M5s, Lanzi: in Emilia-Romagna corriamo da soli, è ufficiale

Pol-Afe

Roma, 27 nov. (askanews) - "L'ultima cosa di cui ha bisogno il Movimento 5 Stelle nella campagna elettorale per l'Emilia Romagna è lo sproloquio dei preconi che puntualmente pensano di imporre il proprio punto di vista come la linea ufficiale condivisa da tutti. Credo sia scorretto da parte di Portavoce eletti in altri contesti territoriali, e che nulla conoscono della realtà emiliano romagnola, mettere in difficoltà chi invece si sta rimboccando le maniche lavorando seriamente con i nostri tanti attivisti annunciando in televisione illazioni prive di fondamento". E' quanto afferma il senatore Gabriele Lanzi (M5S), intervenendo sulla polemica di una eventuale alleanza con il Pd nelle prossime elezioni regionali.

"Quando Carla Ruocco, intervenendo ieri a Di Martedì su La 7, afferma che la decisione su una eventuale alleanza con il PD in Emilia Romagna è ancora in fase di valutazione e dovrebbe essere condivisa con un voto su Rousseau - aggiunge - esprime una opinione strettamente personale e per nulla aderente alla realtà dei fatti. Questa, invece, è stata certificata insieme al nostro Capo Politico, Luigi Di Maio, nella riunione di lunedì scorso a Bologna: il Movimento 5 Stelle correrà da solo il prossimo 26 gennaio. Tra l'altro è stato più volte ribadito come un eventuale appoggio a Bonaccini sia in primo luogo in contrasto con lo statuto del Movimento e in seconda battuta contrario a tutte le battaglie che abbiamo portato avanti sul territorio nell'ultimo decennio. Per questo auspico che finisca questa pratica di divinatio, da parte di giornalisti come Marco Travaglio sulle pagine del 'Fatto Quotidiano' di stamattina e dai nostri portavoce che hanno la fortuna di andare in prima serata, e che si possa finalmente lavorare tutti insieme costruttivamente remando dalla stessa parte".