M5S Lazio il 10 ottobre audizione su bonifica Valle del Liri

Bet

Roma, 2 ott. (askanews) - "Lo avevamo annunciato e in pochi giorni siamo riusciti ad ottenere una data per un'audizione per il 10 ottobre nell'VIII commissione regionale Agricoltura e Ambiente, grazie al lavoro sul territorio dei nostri due portavoce M5S Loreto Marcelli e Valerio Novelli, quest'ultimo anche Presidente della commissione competente". Così una nota del Movimento 5 Stelle dove si spiega: "L'ascolto dei Comuni interessati dal Consorzio ci ha consentito di far emergere diverse problematiche su cui la commissione cercherà di far luce: per il futuro, le bollette pazze non saranno più dovute, come è stato comunicato dalla Ragioneria delle regione Lazio, ma la situazione riguardante il pregresso resta comunque ancora incerta, oltre il fatto che è necessario definire una volta per tutte anche il futuro del Consorzio della Valle del Liri". Come spiegano i due portavoce 5S Novelli e Marcelli, "il Consorzio versa in condizioni finanziarie critiche ed in vista del processo di fusione che il commissario ad acta sta portando avanti con gli altri due consorzi del frusinate, Conca di Sora e Sud di Anagni, va fatta chiarezza sullo scenario economico e finanziario che attende i Comuni e le imprese coinvolte. Il rischio, infatti, è che i cittadini - attraverso il Consorzio di bonifica - si ritrovino a dover pagare l'esposizione debitoria di altri soggetti.

Attraverso l'audizione, pertanto, M5S Lazio intende portare alla luce tutte le informazioni necessarie a risolvere la questione e le decisioni che il commissario del Consorzio adotterà per recuperare le risorse economiche e mantenere in equilibrio sia i conti dell'ente che la situazione occupazionale. "L'audizione convocata per il 10 ottobre è uno dei passi necessari per affrontare e risolvere le problematiche del Consorzio di bonifica, alla quale seguirà il nostro lavoro costante sul territorio - aggiungono Novelli e Marcelli - affinché anche altri consorzi di bonifica, in via di fusione in questi mesi, possano trovare una sponda di chiarezza e giustizia".