M5s, Lombardi: per regionali torniamo su Rousseau con domanda diretta

Pol/Gal

Roma, 25 nov. (askanews) - "In dieci anni il Movimento è cambiato ed è davanti ad una scelta fondamentale". Lo dice a Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, Roberta Lombardi, esponente del M5S. Qual è la scelta fondamentale a cui fa riferimento? "Bisogna capire cosa si vuole fare da grandi. Ovvero: se abbiamo visto che sia destra che sinistra sono uguali e quindi noi preferiamo rimanere da soli, possiamo pensare a fare un'opera importante di opposizione".

"Oppure possiamo dire che siamo in un paese proporzionalista e che se vogliamo governare ci dobbiamo alleare con qualcuno. Troviamo i temi per noi fondamentali nei prossimi dieci anni e proviamo a vedere chi ci sta", dice Lombardi.

Ora sta arrivando il 'team del futuro M5S'. "Dovrà esser un organo collegiale che seguirà la parte politica e quella organizzativa - spiega -. Io sono a disposizione del movimento". Con Grillo vi siete incontrati in questi giorni? "No, non ci siamo visti. Quando serve ci incontriamo o ci sentiamo ma non c'è una frequentazione cosi assidua". Per Roberta Lombardi in Emilia Romagna e Calabria i 5S dovrebbero fare alleanze? "Chiediamolo ai cittadini delle rispettive regioni - ha detto Lombardi a Rai Radio1 - magari in modo un po' più diretto". Come esattamente? "Alle elezioni in Emilia Romagna ed in Calabria vogliamo andare: a) da soli; b) provare a trovare dei temi col centrosinistra; c) provare a trovare dei temi col centrodestra".