M5S Lombardia: mozione e raccolta firme contro aumenti Trenord

Red-Alp

Milano, 16 set. (askanews) - Questa mattina il M5S Lombardia ha avviato con un volantinaggio e una petizione la campagna "Aumenti Trenord: il M5S non ci sta". Lo hanno annunciato gli stessi pentastellati spiegando che domani sarà presentata una mozione urgente in Consiglio regionale per chiedere "di sospendere la previsione contenuta nella Deliberazione XI/2088 relativa alla eliminazione, a partire dal prossimo ottobre, dei titoli di viaggio solo treno individuando, al contempo, modalità meno impattanti per l'utenza" e di "convocare, quanto prima, la Conferenza regionale del trasporto pubblico locale per concertare, con tutti gli attori coinvolti, i prossimi passaggi relativi all'integrazione tariffaria".

I consiglieri regionali Simone Verni, Massimo De Rosa e Nicola Di Marco si sono confrontati con viaggiatori e pendolari alla stazione Lambrate di Milano, distribuendo un volantino in cui è scritto "la colpa è della Lega, la Regione leghista ha deciso di far 'fare cassa' a Trenord, i cui servizi però rimangono sotto il limite della decenza".

"Il M5S chiede alla Regione Lombardia lo stop immediato degli aumenti tariffari dei titoli di viaggio e la revisione della Delibera regionale XI/2088 che ha comportato il consistente aumento dei costi dei titoli di viaggio per gli utenti che utilizzano i soli servizi ferroviari" ha spiegato Verni, evidenziando che "saremo mobilitati nelle stazioni ferroviarie e nei gazebo per informare i pendolari e raccogliere le loro firme". "L'aumento delle tariffe porta soldi nelle casse di Trenord e nessun vantaggio per i pendolari" ha continuato, conclundendo "l'Assessore regionale Claudia Maria Terzi e Regione Lombardia facciano il loro dovere e l'interesse di chi usa il trasporto pubblico".

L'M5S ha precisato che "è possibile firmare la petizione del M5S anche online sul sito change.org all'indirizzo http://chng.it/Rstcj7X8Z8".