M5s Lombardia: prefabbricati su case Aler proposta strampalata

Mda

Milano, 3 giu. (askanews) - Nei giorni scorsi l'Assessore comunale alla casa di Milano Gabriele Rabaiotti ha proposto di "aumentarne il volume e il numero di alloggi" popolari a disposizione con, ove gli stabili lo consentono, il posizionamento "in testa altri due piani prefabbricati in legno". Per Nicola Di Marco, consigliere regionale del M5S Lombardia, "è una proposta strampalata che lascia molto perplessi. C'è un grande bisogno di alloggi popolari per famiglie fragili, con anziani, con disabili. Questo bisogno va garantito tramite politiche abitative serie. Già oggi decine di stabili hanno le più disparate criticità e disagi: mancanza di ascensori, incuria, occupazioni abusive. Èdifficile pensare che o ggi esistano le condizioni per questa idea. Inoltre, sarà poi possibile garantire lo stesso livello di servizi comunali nei quartieri, nonostante l'aumento di cittadini?"

Secondo Di Marco, "La bio-edilizia può essere promossa, magari rivedendo piani come quelli di riqualificazione degli scali ferroviari o pratiche come quelle dell'housing sociale, che di sociale hanno poco, al fine di ridurre il cemento ed aumentare gli alloggi di vera edilizia residenziale pubblica. Leggendo le dichiarazioni dell'Assessore vien da pensare che qualcuno a Milano non viva sui tetti ma sulla luna. I quartieri popolari - ha concluso - non sono allevamenti intensivi di polli da 'densificare', questo il termine usato da Rabaiotti, ed in cui minimizzare i costi massimizzando l'incasso dei canoni e delle spese per servizi".