M5s: Marcucci, 'allibito da ambiguità Conte'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 27 apr. (Adnkronos) – “Meno male che in questa situazione da brividi, abbiamo Draghi presidente del Consiglio e Lorenzo Guerini, ministro della difesa. Considero molto sbagliata e molto preoccupante la nuova offensiva preannunciata da Conte sul nuovo aiuto militare al popolo invaso”. Lo dice in un intervista al "Giornale" il senatore Pd Andrea Marcucci, commentando la presa di posizione del leader 5Stelle che ieri, al termine del Cn, ha sostenuto che il M5S si oppone all’invio di aiuti militari e a controffensive fuori dal perimetro dell'articolo 51 della Carta dell'Onu.

"Sono rimasto allibito dalle sue dichiarazioni sul voto in Francia – prosegue Marcucci – ho visto che dopo l’elezione di Macron, Conte ha aggiustato il tiro. Però torniamo al punto: quando si confrontano un europeista convinto ed una nazionalista populista, non si possono avere incertezze”.

Anche sul caso Petrocelli, il parlamentare dem insiste: “Petrocelli è arrivato in Parlamento con il M5s, quelli che allora ci attaccavano per un supposto interesse alle poltrone. E lui oggi si trincera dietro ad un incarico, in cui rappresenta solo se stesso. Altro che portavoce dei cittadini”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli