M5s, Mulè: con Di Maio si chiude atto unico di farsa

Pol/Vep

Roma, 24 gen. (askanews) - "Con Di Maio si chiude non un'era ma l'atto unico di una farsa con un fallimento politico riconosciuto dallo stesso Di Maio quando ha dichiarato di 'vivere in una comunità politica popolata di vipere e pugnalatori'. Un fallimento che affonda le proprie radici proprio nell'azione politica del capo politico: ha chiesto l'impeachment di Mattarella e poi lo mette come icona della Repubblica; dichiara "mai con il partito di Bibbiano" e dopo un mese fa il governo con il Pd; chiede l'avallo della sua base su decisioni politiche e riceve un sonoro schiaffo; dichiara che abolisce la povertà e sappiamo quali sono gli effetti nefasti del reddito di cittadinanza. È realmente il fallimento, lo sgretolarsi di una creatura costruita a tavolino, ma con un tavolino senza gambe perché non c'era né il pensiero né la visione politica". Così Giorgio Mulè, deputato di Forza Italia e portavoce dei gruppi azzurri di Camera e Senato, intervenendo a SkyTg24.