M5s: nessuna deroga al tetto dei due mandati

Conte-Grillo
Conte-Grillo

Non ci saranno scappatoie per il Movimento 5 Stelle. Come richiesto dal cofondatore Beppe Grillo, non ci sarà nessuna deroga alla regola del tetto dei due mandati.

Movimento 5 Stelle: nessuna deroga al tetto dei due mandati

Come richiesto dal cofondatore del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, non ci sarà nessuna deroga alla regola del tetto dei due mandati, per cui nessuna scappatoia in vista. Come anticipato da AdnKronos, che ha citato “autorevoli fonti” nel Movimento, la decisione è già stata comunicata dal leader Giuseppe Conte ai “veterani” del M5s. Questa regola impedirà ad alcuni volti storici del Movimento di ricandidarsi. Tra loro Roberto Fico, presidente della Camera, Paola Taverna, Vito Crimi, Riccardo Fraccaro e Alfonso Bonafede.

Le parole di Conte

Giuseppe Conte, in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, aveva spiegato che il tetto dei due mandati non era da intendersi come “un diktat“. “Non è un diktat, ma lo spirito della regola sarà salvaguardato” aveva dichiarato l’ex premier, rassicurando che “non manderemo in soffitta chi per 10 anni ha preso insulti per difendere i nostri ideali e per contribuire in Parlamento a realizzare le nostre battaglie“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli