M5S: notaio Tacchini, 'non è più il mio Movimento, Beppe? Speravo in idee ribelli' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Questo nuovo corso 'contiano' non la entusiasma… "Io con Giuseppe Conte ho un buon rapporto, è un ottimo avvocato. Se lui ritiene di fare questa scelta traghettando il Movimento, lo rispetto. Si è persa la spinta verso idee innovative, abbiamo abbandonato i programmi, non sento risposte ai problemi della vita. Per 15 anni – prosegue Tacchini – ho partecipato alla fase creativa del Movimento, ho visto entusiasmo e volontà di proporre idee. Da quando siamo andati al governo il fermento, secondo me, è finito. Ne prendo atto".

Quanto le deve il Movimento? "Conte è stato molto corretto: mi ha detto 'Valerio, se hai svolto delle attività per il M5S, pagheremo tutto'. Ho fatto 70 votazioni, ho autenticato una marea di firme. Non so la cifra esatta, la definiremo di comune accordo: nessuno vuole chiedere di più, non voglio creare problemi a nessuno".

Pensa che dopo la separazione tra Rousseau e M5S, Davide Casaleggio debba dar vita a un suo movimento? "Davide ha investito 15 anni in questa attività, deve prendersi un momento di riposo, ha subito stress violenti, non è stato facile chiudere la partita in questo modo. Quando finisce una gara importante ci vuole tempo". (di Antonio Atte)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli