M5s, ora l'Elevato è un incubo

·2 minuto per la lettura
Getty images (Photo: Getty images)
Getty images (Photo: Getty images)

Era pronto a sparare un post violentissimo, poi il lavoro dei pontieri ha fatto breccia: “Beppe aspetta, non reagire a caldo, così sfasciamo tutto”. Grillo ha seguito la conferenza stampa dalla sua villa di Marina di Bibbona, dalla sua amatissima sala con vetrata vista mare. Man mano che passavano i minuti e Giuseppe Conte affastellava bordate su bordate, l’asticella della rabbia saliva, alla fine la misura era colma. Il garante si è messo a scrivere di getto, un post rabbioso. Chi lo ha sentito in quei minuti ha riferito che la rottura era cosa fatta.

Poi sono intervenute le diplomazie. Raccontano che sia stato prima Roberto Fico, poi Luigi Di Maio a spingerlo a rallentare: “Beppe aspetta - il senso delle loro parole - così andiamo verso una frattura che mette in pericolo il Movimento stesso”. Con il passare delle ore il garante si è convinto: la rabbia rimane, la mancanza di fiducia nei confronti del professore è ormai un dato di fatto dal quale difficilmente si può tornare indietro, il post che avrebbe sancito l’irreparabile è però rimasto nell’hard disk del computer di Grillo. I 5 stelle sono nel caos. “Sai nulla di quel che dice Beppe?”, scrivono i parlamentari ai giornalisti, un mondo capovolto nel quale le truppe pentastellate sono spaesate, in totale confusione: “Non ci resta che assistere, siamo all’oscuro di tutto”, spiega un deputato. Ad aver fatto breccia nella vecchia guardia un passaggio in particolare del discorso di Conte: “La politica non si può fare con una telefonata ogni tanto”. È la stessa critica che muoveva al garante Gianroberto Casaleggio nei momenti di scontro, lui impegnato in un fiume di telefonate, mediazioni, posizioni discusse e cesellate, l’altro che arrivava a cose fatte per disfare tutto in ragione di una suggestione del momento.

L’ex premier ha giocato bene le sue cart...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli