**M5S: rabbia neo eletti su candidature garanti, 'conflitto interessi su vincolo 2 mandati'** (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Il comitato di garanzia, che verrà votato dalla base il 16 settembre prossimo, di norma approva i regolamenti predisposti dal capo politico, dando un parere che, se di segno negativo, porta dritto al voto della base. La regola dei due mandati è contenuta nel codice etico del M5S, "ma è chiaro che, se Conte dovesse decidere di cambiarla, dovrà fare un passaggio con il comitato", spiega all'Adnkronos uno degli attuali garanti. Anche se "una decisione di tale portata dovrà essere necessariamente validata anche da un voto degli iscritti", è la convinzione.

Che tuttavia non basta a placare gli animi dei 'neo' eletti, che già soffrono da sempre la minore visibilità rispetto ai parlamentari della 'vecchia guardia'. E sulla eventuale deroga alla regola dei due mandati sono pronti a dare battaglia. Per ora tacciono, "quando è Grillo a decidere è inutile sollevare questioni…", sintetizza uno tra i più combattivi. Ma il fuoco cova sotto la cenere, un'altra grana che prima o poi Conte sarà chiamato a risolvere. (di Ileana Sciarra)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli