M5S: Ricci, 'Pd preoccupato da frammentazione, rischio ricadute su governo Draghi' (2)

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Ricci, la nascita di una lista Conte sarebbe un bene o un male per il Pd? Dopo aver esaltato l’ex premier, il Pd rischia di averlo come competitor… "Noi diamo un giudizio positivo dell'esperienza del governo Conte a cui il Pd ha partecipato. Conte ha costruito in questo anno di pandemia un appeal con una parte degli italiani importante. Noi ci confronteremo con ci sarà, però è chiaro che più i soggetti sono forti e unitari e più è facile il confronto. Poi in ogni campo c'è alleanza ma c'è anche competition. E' normale che all'interno della futura alleanza progressista ci sia competizione tra le forze politiche così come c'è a destra: Salvini e Meloni si destano e competono quotidianamente, ma poi alla fine si alleano per vincere le elezioni. Questa cosa avviene anche nel nostro campo sia che Conte diventi leader dei 5 Stelle o che faccia una propria forza politica. In ogni caso il Pd non deve temere competizione, forte della sue proposte e delle sue idee".

Da sindaco e da coordinatore dei sindaci Pd, crede che la deflagrazione dei 5 stelle possa avere ripercussioni sulle amministrative? "A livello locale per fortuna contano le persone e spesso e volentieri oltre alla forze dei candidati conta il civismo. Il Pd ha costruito e costruirà coalizioni molto larghe che fanno leva sul civismo. A livello locale molte sigle nazionali non sono presenti o sono deboli e poi comunque sia c'è il doppio turno. Quindi spero che tutta la parte europeista e riformista al secondo turno si ritrovi con i candidati del Pd".

"Penso che Sala e Lepore possono vincere al primo turno. Credo che negli altri casi, se si andrà al ballottaggio, ci andranno i candidati di centrosinistra e quindi Lorusso, Manfredi e Gualtieri. In caso di ballottaggio il quadro si semplifica di nuovo e speriamo che tutti coloro che ancora non sono in alleanza, da Calenda ai 5 Stelle -penso a Roma in particolar modo- siano leali sostenendo le nostre candidature e consentendoci di vincere anche nella Capitale dove la candidatura di Gualtieri è la più autorevole messa in campo". Il caos M5S "quindi non cambia granché il quadro delle amministrative, anche se ovviamente meno frammentazione c'è meglio è, a livello locale ci sono altre dinamiche ma quadro più frammentato non agevola il lavoro".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli