M5S Roma, la proposta: “La Raggi partecipi al Consiglio dei ministri”

M5S Roma

M5S Roma vorrebbe vedere la Raggi sedersi “in modo permanente al tavolo del Consiglio dei Ministri”. Tuttavia, la proposta avanzata dal Movimento nell’ambito della partita sullo status di Roma Capitale non piace agli avversari politici. Intanto Salvini critica la cattiva amministrazione della Raggi.

M5S Roma, la proposta del Movimento

“Abbiamo elaborato alcune iniziative mirate da avviare subito l’iter”, è il commento dell’assessore al Personale, Antonio De Santis.

Sul suo profilo Facebook, ha scritto: “Come già annunciato dal sindaco Virginia Raggi, intendiamo convocare gli Stati Generali di Roma, invitando le imprese, le parti sociali, le associazioni e tutti gli attori della città raccogliendo anche contributi che nascano dal basso”.

E ancora: “È inoltre necessario istituire un tavolo di altissime personalità, per disegnare uno statuto giuridico e normativo di Roma Capitale che risponda ai suoi effettivi bisogni”. Il portavoce De Santis fa sapere di essere “convinti che sia necessario attuare una vera semplificazione. In questo modo si potrò sciogliere i grovigli burocratici e normativi che impediscono di far atterrare le risorse presenti sui servizi per i cittadini”.

Salvini contro Virginia Raggi

Matteo Salvini ha le idee chiare e, intervistato da Paolo Liguori a TgCom24, annuncia senza mezzi termini: “Il problema non è politico, potrebbe essere anche della Lega: fare il sindaco non è il suo mestiere, deve farsi da parte. Ovunque i rifiuti sono un valore, non è possibile che Roma soffochi sotto la monnezza”. E ancora: “Il 19 ottobre in piazza contro la Raggi”.

Poi ha ribadito la necessità di tornare alle urne: “Bisogna andare al voto il prima possibile e ci sarà una coalizione guidata dalla Lega”. Infine, sulle regionali in Umbria, ha dichiarato che “dopo gli arresti che hanno fatto cadere la giunta Pd questa regione merita trasparenza assoluta. Il 27 ottobre i cittadini potranno finalmente voltare pagina”.