M5s:Salvini a ordini Berlusconi. No lega a taglio 345 poltrone?

Pol/Vep

Roma, 13 ago. (askanews) - "Dopo aver tradito gli italiani facendo cadere il presidente Conte, pugnalando alle spalle il Paese, Matteo Salvini e la Lega tornano indietro anche sul taglio di 345 parlamentari". E' quanto si legge in un post sul blog delle Stelle.

"Il MoVimento 5 Stelle ha voluto fortemente questa riforma epocale e siamo riusciti a portarla fino all'ultimo atto. Mancano poche ore di lavoro, una sola votazione per tagliare 345 poltrone con un risparmio per i cittadini di mezzo miliardo di euro da investire nelle scuole, nelle strade, negli asili nido per i nostri figli. Ma Salvini - si legge ancora - ha già fatto capire che difenderà la Casta e voterà no alla sforbiciata di poltrone! Tutto ciò è vergognoso! Dopo essere tornato a casa ad Arcore, accolto da Berlusconi e Meloni, ha obbedito immediatamente al primo diktat: salvare le poltrone dei politici con i loro stipendi d'oro da 14 mila euro al mese".