M5S, scoppia il caso Corrao: rimosso da 'facilitatore' enti locali

webinfo@adnkronos.com

Scoppia il caso Corrao all'interno del M5S. A quanto apprende l'Adnkronos, l'europarlamentare M5S sarebbe stato rimosso dal suo incarico di responsabile (facilitatore) degli enti locali del movimento. Sarebbe stato lo stesso Ignazio Corrao ad annunciare la notizia in una chat con altri esponenti pentastellati. L'allontanamento sarebbe la conseguenza di un provvedimento disciplinare nei suoi confronti. Corrao nelle scorse settimane fu segnalato, insieme ad altri europarlamentari, ai probiviri per aver espresso un voto in dissenso dal gruppo. 

Corrao ha annunciato in chat che non farà reclamo: "Accetto il verdetto dei probiviri", le parole dell'europarlamentare, secondo quanto apprende l'Adnkronos. "Continuerò a lavorare con la grinta di sempre e spero che il futuro congresso, che spero sia prima possibile, dia la possibilità al Movimento di rinnovarsi e rilanciarsi", ha poi aggiunto. 

Nelle chat pentastellate la decisione dei probiviri di revocare l'incarico a Corrao viene interpretata da molti come un 'segnale' ad Alessandro Di Battista, a cui l'europarlamentare è politicamente molto legato. "Una risposta" all'attivismo di 'Dibba' in vista degli Stati Generali. In questi giorni infatti l'ex deputato è tornato a far sentire la sua voce, lanciando la proposta per un "servizio ambientale".