M5s, slitta a martedì elezione capogruppo Camera, sarà sfida a tre

Gal

Roma, 3 ott. (askanews) - Slitta a martedì 8 l'elezione del capogruppo alla Camera del Movimento 5 stelle. Le ragioni del rinvio della riunione prevista per oggi sono solo logistiche: martedì infatti inizieranno le votazioni sulla riforma costituzionale per il taglio dei parlamentari e quindi le presenze dei deputati saranno assicurate.

La sfida è a tre ed è tutta aperta. I candidati sono Anna Macina, Francesco Silvestri e Raffaele Trano. La procedura prevede che martedì alle 10 i candidati si presentino ai gruppi con le loro squadre, da quel momento si apriranno le urne che resteranno aperte fino alla sera. Per essere eletti servono 105 voti e viste le attuali divisioni interne al Movimento l'esito è tutto fuorché scontato. Se nessuno raggiungerà la maggioranza assoluta si procederà ad una seconda votazione, a quel punto è possibile che si creino accordi tra i candidati per vincere.

Quanto alle quotazioni, Macina è la favorita sulla carta, viene considerata preparata e ben voluta dalla struttura di Montecitorio. Silvestri invece raccoglierebbe consensi nell'ala fichiana del Movimento, mentre Trano, a quanto si apprende, si sta affermando all'interno del gruppo parlamentare perché raccoglierebbe il malcontento dei tanti deputati rimasti delusi dal metodo Di Maio nell'assegnazione dei posti di sottogoverno e nelle procedure decisionali.