M5s: stop aumento pedaggi A24-A25, Salvini coi Benetton

Pol/Luc

Roma, 28 nov. (askanews) - "Con il suo voto alla Camera contro lo stop all'aumento dei pedaggi sulla A24 e A25 la Lega ha confermato definitivamente da che parte sta: contro i cittadini abruzzesi e a braccetto con i concessionari autostradali. Non a caso infatti Salvini e i suoi hanno sempre manifestato la loro contrarietà alla revoca delle concessioni anche davanti a palesi anomalie, come quella dei mega-dividendi spartiti agli azionisti mentre per la manutenzione di ponti e strade restavano le briciole. Con un emendamento al decreto Sisma abbiamo congelato l'aumento dei pedaggi della A24 e A25 fino al 31 ottobre 2021, come richiesto dai cittadini abruzzesi già vessati da tante tragedie. Altro che regalo al concessionario, che invece pagherà tutto quello che deve e con gli interessi. In attesa di tutte le verifiche sulle concessioni, il regalo lo abbiamo fatto ai cittadini abruzzesi, per evitargli ulteriori disagi". Lo dichiara in una nota il deputato abruzzese del MoVimento 5 Stelle Fabio Berardini.

"La Lega distorce la realtà per i propri interessi e quelli dei suoi amici: ricordiamo bene che con la sua firma Matteo Salvini ha regalato ai Benetton le strade degli italiani e non ha smesso di appoggiarli anche davanti a tragedie enormi come quella di Ponte Morandi a Genova. Il MoVimento 5 Stelle ha detto fin dal primo momento che quelle concessioni vanno revocate e non ha mai smesso di sostenerlo e lavorarci, così come non ha mai smesso di stare accanto alle popolazioni colpite dal sisma e di portare le loro sacrosante istanze all'attenzione delle istituzioni", conclude il deputato pentastellato.