M5s sul blog: #1miliardodimotivi per tagliare numero dei parlamentari

Pol/Gal

Roma, 27 set. (askanews) - "La politica che 'si taglia' i soldi in più per metterli a disposizione dei cittadini. Per noi è questa la fotografia della riforma con cui riduciamo il numero di parlamentari. Per l'ultima votazione di questa legge c'è stata tanta attesa, per noi e per tutti i cittadini, e anche tante chiacchiere. Tra chi sosteneva che non sarebbe mai stato fissato il giorno del voto finale alla Camera e chi diceva che è una battaglia inutile. E invece eccome se è utile! Sapete quante cose si possono fare grazie al taglio dei parlamentari? 1 miliardo. Esattamente la cifra che possiamo risparmiare in 10 anni!". Così il MoVimento 5 Stelle in un post sul Blog delle Stelle.

"Si può, intanto, pensare a una delle priorità assolute del Paese: i nostri figli. Con 1 miliardo si possono realizzare 133 nuove scuole, o ben 67 mila aule. L'istruzione è uno dei settori principali dai quali dobbiamo far ripartire il Paese, questa sarebbe sicuramente una possibilità in più - spiegano i pentastellati -. Se poi pensiamo alla Sanità, con 1 miliardo di risparmi lo Stato può acquistare qualcosa come 13 mila ambulanze. Oppure assumere 25 mila infermieri o 11 mila medici. Mezzi e personale di vitale importanza per tutelare la salute dei cittadini".

"Anche i trasporti possono giovarsi di questo miliardo di nuove risorse: pensiamo ai 133 treni nuovi di zecca, che darebbero grandissimo supporto ai nostri pendolari, ai viaggiatori, ai visitatori che si spostano nel nostro Paese. Mobilità è libertà, dobbiamo fare di tutto per sostenerla - prosegue il M5s -. È 1 miliardo di soldi veri, da usare per creare nuove opportunità per i cittadini e per far crescere il territorio. È 1 miliardo che alla politica non serve, e che invece dà una marcia in più all'Italia e agli italiani. Pensiamoci bene: siamo davanti a una trasformazione epocale delle Istituzioni. A un'iniezione di efficienza, partecipazione e nuove risorse. A un grande passo che migliora la vita quotidiana di tutti!".