M5S: trattative su capogruppo Senato, ticket o terzo nome tra le ipotesi

·3 minuto per la lettura

Dopo il primo 'round' proseguono le trattative in casa 5 Stelle per l'elezione del nuovo capogruppo al Senato, importante crocevia per il nuovo corso avviato dal leader Giuseppe Conte. La prima votazione si è conclusa mercoledì sera con una fumata nera: il capogruppo uscente Ettore Licheri e la sfidante Mariolina Castellone, vera sorpresa di questa elezione interna, hanno ottenuto 36 voti a testa (in realtà, per alcuni senatori pro-Castellone le preferenze racimolate da Licheri sarebbero 35 perché una scheda è stata oggetto di 'contestazione'). La seconda votazione si terrà la prossima settimana: anche in quell'occasione sarà necessaria la maggioranza assoluta degli aventi diritto per eleggere il nuovo capogruppo. Tutto da rifare, quindi.

Al termine dello spoglio è iniziato il confronto tra i due sfidanti: in collegamento da Manfredonia c'era proprio Conte, il quale in una nota ha definito la votazione per il rinnovo del direttivo "il sintomo positivo di una dialettica interna sana e costruttiva". In queste ore gli 'sherpa' lavorano a una soluzione per scongiurare lo stallo, ma soprattutto per evitare che la partita interna sul capogruppo si traduca (soprattutto mediaticamente) in una frattura insanabile tra i due schieramenti. Per risolvere l'impasse, secondo quanto apprende l'Adnkronos, si starebbe ragionando su due soluzioni: la prima, prevede una sintesi tra le liste di Licheri e Castellone, una sorta di 'ticket' che tenga insieme le due componenti, per dare un messaggio di compattezza e unità. La seconda soluzione consisterebbe nella scelta di un nome 'terzo', con il conseguente passo indietro di entrambi i contendenti: una ipotesi che però viene considerata meno probabile da chi sta seguendo da vicino il dossier per conto del leader pentastellato.

Conte, racconta all'Adnkronos chi gli è vicino, non avrebbe nascosto il proprio stupore per i retroscena che descrivono la partita interna al gruppo dei senatori come un referendum sulla sua leadership: "Ma come fanno a dire che Mariolina (Castellone, ndr) è contro di me, se ha più volte espresso il suo appoggio al nuovo corso?", va ripetendo in queste ore l'ex premier, sottolineando come il nome della Castellone fosse addirittura sul suo taccuino quando si è trattato di scegliere i cinque vicepresidenti del Movimento 5 Stelle. I contiani inoltre negano con forza che dall'avvocato di Volturara Appula sia giunto a Castellone un invito a farsi da parte.

Il gruppo che si raccoglie intorno alla ricercatrice campana intanto fa muro. "Le soluzioni di compromesso messe sul tavolo sono inaccettabili, Mariolina deve andare avanti perché può vincere", afferma un senatore, che assicura: "Castellone era disposta a fare un passo indietro per non spaccare il gruppo e per non mettere in difficoltà Conte, ma le abbiamo chiesto di rimanere in campo". Nelle prossime ore, forse già in giornata, potrebbero esserci nuovi contatti tra Conte, Licheri e Castellone per ragionare sul da farsi.

Nel 'team' della parlamentare di Giugliano si respira ottimismo: "Mariolina può vincere, le due senatrici assenti alla prima votazione, Giulia Lupo e Grazia D'Angelo, potrebbero rivelarsi decisive". "Castellone? Tendenzialmente potrei votarla", dice infatti all'Adnkronos Lupo, che ammette: "Al momento sono una sorta di ago della bilancia. La prossima settimana sarò presente alla votazione".

La collega D'Angelo non si sbilancia: "Il voto è segreto. Licheri e Castellone sono persone di grande spessore. Ettore ha svolto il suo incarico in maniera degna, ha dovuto superare una fase di difficoltà del M5S; Mariolina ha grandi potenzialità e capacità, può essere un degno successore di Ettore". D'Angelo si rifà alle parole di Conte per gettare acqua sul fuoco: "Questo dibattito interno non deve essere visto come un conflitto ma come un buon esercizio di democrazia interna, entrambi i candidati sono nel solco del nuovo progetto avviato da Conte". (di Antonio Atte)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli