Maccheroni, è la parola di Andrea Delogu contro la violenza sulle donne

a cura di Monica Ceci
·2 minuto per la lettura
Photo credit: MilanEXPO - Getty Images
Photo credit: MilanEXPO - Getty Images

From ELLE

Abbiamo chiesto a 15 autori di libri, spettacoli, canzoni di raccontare la violenza con una parola. Le loro 15 scelte sono diventate il nostro dizionario. Per ricordarci che ci sono tanti modi di fare o subire un abuso. E altrettanti di liberarsene.

Maccheroni: è la parola di Andrea Delogu. Ha girato il suo primo film, Divorzio a Las Vegas, uscito a ottobre nelle sale.

Una delle ricette più complicate della cucina italiana sono i famosissimi "maccheroni al pomodoro". Vantano tante imitazioni in giro per il mondo, ma pochi sanno ricreare la ricetta originale nata fra le vie più popolate di Napoli. Cari lettori farete fatica a riprodurre questa tradizionale pietanza, ma tentar non nuoce. Procuratevi, cari miei, dei maccheroni: è facile procacciarne oggigiorno, basta recarsi in un supermercato o, se siete tradizionalisti, produrre la pasta di grano duro da soli a casa.

Ora che avete fra le mani i maccheroni provate, non è sicuro che vi riusciate, a far bollire dell’acqua dentro a una pentola. Non gettatevi sul rubinetto ora, leggete prima. L’acqua deve essere dentro una pentola e poi questa pentola deve essere posta sul fuoco. Il fuoco, bruciando, alzerà la temperatura dell’acqua e la farà bollire e lì voi dovrete gettare dentro un po’ di sale grosso. Ora inserite una porzione di maccheroni, scegliete quanti a seconda della fame che avete, il maccherone si ingrossa un po’, fateci caso. Nel mentre mettete una pentola sul fuoco e dentro dell’olio che riscaldato dovrà dorare uno spicchio d’aglio. Ora gettate un po' di passata di pomodoro e fatela riscaldare, aggiungete un pizzico di zucchero e poco poco sale. Assaggiate un maccherone, se quasi cotto scolate velocemente tenendo da parte dell’acqua di cottura. Ah, l’avete scolata tutta eh? Vabbè, per la prossima volta tenetela, colpa mia scusate non vi avevo avvisato prima. Comunque ora buttate i maccheroni nella padella con il pomodoro e fateli ripassare un pochino. E voilà, ecco un piatto di maccheroni al pomodoro.

Il giorno in cui la richiesta di educare il mondo alla non violenza sulle donne sarà banale come questa ricetta di maccheroni al pomodoro, il giorno in cui leggerete con la sacrosanta sufficienza con cui avete letto queste righe pensando “tutti sanno fare questo piatto” anche appelli contro l’abuso mentale e fisico contro le donne, sentendoli anacronistici e fuori tempo, allora saremo diventati una società migliore. Per il momento ogni riflessione, ogni storia, ogni appello lanciato nell’etere o su questo numero di Elle dedicato alla causa ha e deve avere una potenza di condivisione incontenibile, devono diventare pensieri di tutti, devono appartenere a chiunque, come il segreto dei maccheroni al pomodoro.