Macedonia, dopo gli scontri in parlamento appello alla calma del capo dello Stato

La polizia macedone ha completato in tarda serata lo sgombero del parlamento a Skopje con l’evacuazione di tutti i deputati e dei manifestanti che avevano fatto irruzione nell’edificio in segno di protesta per l’elezione alla presidenza dell’Assemblea di un esponente della minoranza albanese.

Dopo gli scontri il capo dello Stato Ivanov ha fatto appello alla calma.

“Non ci sono questioni che non possano essere risolte attraverso il dialogo, nel rispetto della Costituzione macedone. Per questo invito tutti i leaders dei gruppi parlamentari a un incontro per discutere della situazione attuale”.

La Macedonia, in cui un quarto della popolazione è di etnia albanese, è senza governo dalle elezioni di dicembre, quando i conservatori del primo ministro uscente Nikola Gruevski ne uscirono senza una maggioranza.

Le trattative per un governo di coalizione sono fallite davanti alla richiesta di fare dell’albanese la seconda lingua nazionale.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità