Macron è andato al confine con la Spagna per rafforzare controlli antiterrorismo

·1 minuto per la lettura

AGI - Il presidente francese, Emmanuel Macron, è in visita al confine franco-spagnolo, al valico di Perthus, per un viaggio dedicato al "rafforzamento dei controlli alle frontiere", nell'ambito della lotta all'immigrazione clandestina e al terrorismo. 

Accompagnato dal ministro dell'Interno, Gerald Darmanin, e dal segretario di Stato per gli Affari europei, Clement Beaune, Macron visiterà il valico per i veicoli che entrano in territorio francese e visiterà il Centro per la cooperazione di polizia e dogane.

La Spagna è una delle principali porte di accesso per gli immigrati clandestini in Francia, che arrivano dalla costa dal Nord Africa.

Il presidente si è mobilitato sull'argomento chiedendo una risposta europea comune contro il terrorismo, all'indomani dell'attentato di Vienna che ha provocato quattro morti e dopo i tre recenti attacchi avvenuti in Francia, tra cui la decapitazione del professor Samuel Paty, vicino a Parigi, reo per il terrorismo islamico di aver mostrato caricature di Maometto.      

Molti dei recenti attacchi in Europa evidenziano lacune nella cooperazione europea, in particolare sul piano dell'intelligence.

L'attacco di Nizza è stato commesso da un giovane tunisino sbarcato di recente clandestinamente a Lampedusa (Italia) e quello di Vienna da un simpatizzante dell'Isis, che i servizi segreti della Slovacchia avevano segnalato a Vienna.