Macron: non rompere con l'Iran, si rischia la guerra

Mos

Roma, 3 gen. (askanews) - Il presidente francese Emmanuel Macron si è espresso oggi per il proseguimento di un "dialogo permanente" con l'Iran, dove si sono contate 21 vittime in seguito alle proteste anti-regime, stimando che coloro i quali denunciano l'accordo sul nucleare fanno un "discorso che ci condurrà alla guerra in Iran". Il riferimento esplicito fatto dall'inquilino dell'Eliseo è a Stati uniti, Israele e Arabia saudita.

Macron ha dwetto di essere comunque deciso a recarsi a Teheran, malgrado l'annullamento della visita preparatoria che doveva effettuare venerdì il ministro degli Esteri Jean-Yves Le Drian.

Secondo il presidente, "bisogna accrescere la pressione internazionale sull'Iran", ma non bisogna "rompere le discussioni" perché questo è "il modo di agire, altrimenti si è sulla via di ricostituire surrettiziamente un 'asse del male'. E' evidente che il discorso ufficiale di Usa, Israele e Stati uniti, che sono nostri alleati sotto molti punti di vista, è un discorso che ci porta quasi alla guerra in Iran".

(Fonte Afp)