Macron: priorità mantenere impegni coordinati su accordo Parigi

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 26 gen. (askanews) - "La priorità delle priorità è di mantenere i nostri impegni in maniera coordinata sull'agenda degli accordi di Parigi sul clima. Può funzionare solo se avanziamento allo stesso ritmo". Così il presidente francese Emmanuel Macron prendendo la parola in streaming al Forum internazionale di Davos.

"Per questo gli ultimi anni sono stati capitali dopo che gli Stati Uniti nell'estate del 2017 hanno deciso di lasciare gli accordi di Parigi. C'era un grande rischio e considero gli anni appena passati come anni di resilienza formidabili in cui il castello di carta non è crollato perche abbiamo tenuto tutti insieme", ha proseguito Macron.

"Abbiamo creato insieme questa iniziativa One Planet Summit. Tutti insieme abbiamo tenuto, europei e altri Paesi, anche la Cina che ha cooperato fortemente. E il settore privato e gli Stati federali americani. E ora abbiamo una amministrazione Usa che è ritornata negli accordi di Parigi", ha proseguito il presidente francese.

"Primo obiettivo è che manteniamo gli accordi di Parigi e l'innalzamento degli obiettivi 2030. L'abbiamo fatto in Europa lo scorso anno con la riduzione delle emissioni, poi la neutralità carbonio 2050 sono i due passaggi decisivi nei prossimi anni per strutturare i nostri comportamenti. A livello regionale e nazionale bisogna declinare queste strategia e la è il più difficile. Il che significa avere un prezzo del carbonio sufficientemne elevato, dei meccanismi che spingano le nostre imprese e i nostri investitori, dei meccanismi di accompagnamento e di sanzioni per fare in modo che le imprese e le famiglie vadano più forte in questa direzione. Il secondo pilasro è coinvolgere tutto il settore finanziario e tutte le imprese", ha concluso Macron dicendosi molto ottimista su quest'ultimo punto.