Macron rischia di uscire dalle legislative con una maggioranza risicata

STEPHANE DE SAKUTIN / AFP

AGI - Il presidente francese, Emmanuel Macron, rischia seriamente di non ottenere la maggioranza assoluta all'Assemblea Nazionale nelle elezioni politiche che si terranno il 12 e 19 giugno prossimi. A dirlo sono due sondaggi.

Secondo il primo, realizzato da Ifop-Fiducial per Lci, 'Ensemble!', che raggruppa La Republique en marche di Macron, il Modem, Horizons e Agir, ottiene fra 250 e 290 deputati contro i 195 a 230 della Nuova Unione popolare ecologica e sociale (Nupes), alleanza creata a sinistra per le elezioni che riunisce diversi partiti: La France Insoumise di Melenchon, Europe Ecologie-Les Verts, il partito socialista e il partito comunista francese. Nel precedente sondaggio Ifop, Ensemble! otteneva fra 275 e 310 seggi. La maggioranza assoluta all'Assemblea Nazionale è pari a 289 deputati sui 577 totali.

Sempre secondo lo stesso sondaggio, i Republicains arrivano in terza posizione con una forchetta compresa fra 40 e 55 deputati, seguiti dal Rassemblement National di Marine Le Pen, che ottiene fra 20 e 45 seggi.

L'altro sondaggio, realizzato da Harris Interactive-Toluna per Challenges, attribuisce invece una forchetta un po' più alta a Ensemble!: fra 285 e 335 seggi contro i 120 a 184 deputati della Nupes. Macron, secondo quest'ultima rilevazione, rischia dunque di avere una maggioranza estremamente esigua o di non averla proprio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli