Maddie, la procura tedesca: "Ci sono prove che la bambina sia morta"

Maddie McCann (AP)

Ci sarebbero diverse "prove" che confermerebbero che la piccola Maddie McCann, scomparsa il 3 maggio del 2007 in Portogallo, sia morta. Ad annunciarlo è un portavoce della procura di Braunschweig che sta indagando sul caso: "Ci sono delle prove e dei fatti concreti, non delle semplici indicazioni". Gli inquirenti tedeschi, però, "non hanno evidenze come un corpo".

Maddie è sparita nel nulla all'età di tre anni da Praia de Luz, mentre si trovava in vacanza con i genitori. Della sua scomparsa è sospettato Christian Brueckner, 43 anni, tedesco, agli arresti per un altro caso di violenza sessuale. L’uomo ha infatti precedenti per pedofilia e droga, è stato condannato in primo grado per lo stupro di una 72enne e ora è in carcere a Kiel.

LEGGI ANCHE: "Maddie è morta", pm tedeschi avvisano i genitori

VIDEO - Le tappe del caso Maddie

Secondo gli inquirenti, Brueckner è stato aiutato da un complice, che lavorava nel villaggio turistico dove la famiglia McCann stava trascorrendo le vacanze, a prendere Maddie, lasciata sola con i fratelli più piccoli nell’appartamento.

LEGGI ANCHE: Maddie McCann, nuova inquietante ombra sul pedofilo sospettato

Intervistato da Repubblica, il procuratore tedesco Hans Christian Wolters ha inoltre smentito i genitori di Maddie, Kate e Gerry McCann, che hanno recentemente negato di essere stati informati del ritrovamento di queste nuove prove schiaccianti.

LEGGI ANCHE: Caso Maddie: "Brueckner forse aveva un complice"

“La polizia federale e quella britannica, in coordinamento con la procura tedesca, hanno inviato alla famiglia della bimba una lettera in cui veniva informata delle intenzioni degli inquirenti e che, secondo loro, la piccola era morta”, ha spiegato Wolters al quotidiano. E riguardo al principale sospettato, Brueckner, il procuratore ha aggiunto: “Non lo abbiamo ancora interrogato, lo faremo alla fine delle indagini. Non ne vediamo il motivo, al momento, non penso che confesserebbe o che sarebbe utile che gli fornissimo noi elementi di indagine. Il suo avvocato non ha neanche accesso ai nostri atti, per ora. Non sa cosa abbiamo contro di lui”.

GUARDA ANCHE - Pista pedofila per la scomparsa di Maddie McCann