**Made in Italy: Casoli (Aidaf), 'non c'è Italia in vendita ma nodi venuti al pettine'** (2)

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – In secondo luogo, "c'è voglia di dimensione: osserviamo come aumentino le aziende che desiderano diventare più grandi e competitive. L'apertura dei mercati mette in mezzo alla competizione internazionale e qui la dimensione conta. Entrare in un grande fondo, ad esempio, significa circondarsi di competenze". Ieri, il fondo Apollo ha fatto sapere che acquisterà una partecipazione del 67% del gruppo Reno De Medici, ma di recente anche altri grandi imprenditori, come la famiglia Vacchi o i Gavio, hanno promosso le operazioni di acquisto di azioni sulle loro aziende quotate in partnership con altri fondi, nel primo caso Bc Partners, nell'altro Ardian.

"I partner finanziari sono un bene per l'economia e per l'industria", ritiene Casoli. Ad affiancare Elica, ad esempio, oggi c'è Tamburi. Il fatto, precisa, é che oggi "stare in Borsa non è semplice. Il mercato non è molto brillante, non è ancora riuscito a esprimere quello che sta facendo negli Usa o altrove. Per me, però, la Borsa può dare alla aziende di famiglia quel rigore di cui hanno bisogno. Chi è andato in Borsa e ci è rimasto ha avuto un vantaggio in Italia non indifferente, anche in termini di governance e di chiarezza del management".

Le aziende familiari non sono di fronte a un'epoca di decadenza. "Tutt'altro. Io ritengo che tra un po' ci sarà un nuovo ciclo di ripartenza", dopo l'ultima coincisa con il rilancio industriale dell'Italia degli anni 60-70. "Ora con le nuove tecnologie ci sono le start up, che sono quello che erano una volta le piccole botteghe da cui sono nate le grandi aziende. Sono certo che questo è un momento di grande fermento". E non di svendita. "L'italiano – sottolinea – ha nel suo Dna quello di intraprendere, non penso quindi che morirà l'impresa familiare con le aziende che conosciamo oggi. Si rigenereranno con nuove idee e tecnologie. Il manifatturiero è il settore dove ci sono più aziende familiari, ma non significa che il futuro è quello".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli