Made in Italy, piano straordinario da 716 milioni

webinfo@adnkronos.com

Il piano straordinario per il Made in Italy "ha in capo all'Agenzia per il commercio estero una disponibilità di 316 milioni euro che si sommano a 400 milioni di euro che ha in dotazione il fondo Sace-Simest per l'internazionalizzazione delle piccole e medie imprese. Quindi in tutto abbiamo a disposizione risorse per 716 milioni di euro". Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, intervenendo alla Farnesina alla presentazione del Piano Straordinario 2020 per la promozione del Made in Italy. 

"Il piano straordinario sul made in Italy è un progetto aperto a tutti i suggerimenti e sollecitazioni - ha aggiunto Di Maio - è evidente che non presentiamo un piano chiuso perché deve tenere presente di tutte le difficoltà" che le imprese stanno vivendo a causa dell'epidemia di coronavirus. 

"Posso assicurarvi che nostra intenzione è spendere bene fino all'ultimo euro", ha proseguito il titolare della Farnesina annunciando che le risorse verranno utilizzate per il credito alle imprese e per una campagna straordinaria di comunicazione per il rilancio dell'immagine dell'Italia. 

"I blocchi alle merci sono inaccettabili e avere Paesi che in queste ore stanno chiedendo all'Italia dei bollini di garanzia sulle merci italiane è un fatto inaccetabile. Per questa ragione non solo stiamo protestando con le nostre ambasciate, ma stiamo chiedendo all'Oms di dire che queste teorie sono assurde", ha aggiunto. "Questa non è solo una discriminazione inaccettabile ma potrebbe essere in alcuni casi un tentativo di concorrenza sleale che non siamo assolutamente disposti ad accettare".