Madonna criticata dai vertici del Pdl

Durante un'intervista Madonna ha affermato di essere d'accordo con l'opinone dell'Economist su Silvio Berlusconi, le reazioni del Pdl vanno da "ha un ufficio stampa comunista" a "è schierata contro la nostra cultura"

Se non avesse suscitato tanto scalpore, la notizia potrebbe essere che Madonna legge l'Economist. Già, perché la popstar americana, passata dalla Mostra del Cinema di Venezia a presentare il suo nuovo film da regista W.E., in un'intervista al settimanale Oggi ha dichiarato: «Cosa penso di Berlusconi? Non vorrei parlarne adesso. Ma l'Economist ha detto già tutto». Chiaro riferimento al famoso servizio di copertina dedicato al primo ministro italiano dal settimanale britannico, e intitolato «Perché B. è inadatto a governare l’Italia».

Madonna a Venezia: il look migliore di tutte. Guarda le foto

Apriti cielo. Le reazioni degli esponenti Pdl non si sono fatte attendere. La più agguerrita e solerte nella difesa del premier è stata il sottosegretario all'attuazione del Programma Daniela Santanchè, che ha dichiarato: «Madonna ha offeso milioni di connazionali. Spero che il suo film se lo veda da sola. Madonna va contro la scelta democratica di milioni di italiani che hanno voluto questo Governo. Mi dispiace che Madonna usi queste parole nei confronti dell'Italia. Dispiace che sia un'italo americana a giudicare negativamente il suo Paese».

Madonna a spasso con le figlie e il toy-boy: ecco le foto

Le fa eco la deputata Gabriella Carlucci, secondo la quale «evidentemente Madonna ha un ufficio stampa comunista che le ha detto di dire così per farla uscire meglio sui giornali comunisti». Punta il dito contro la popstar anche il sottosegretario alla famiglia Giovanardi: «La signora Ciccone è apertamente per le famiglie omosessuali, quindi schierata palesemente contro la nostra cultura e la nostra Costituzione che non prevedono famiglie gay».

Madonna frequenta un 24enne. Ma la mamma (del giovane) non vuole

Ricerca

Le notizie del giorno