Madre e figlio trovati morti nel garage di casa: ipotesi suicidio

muggia tragedia

Tragedia a Muggia, dove sono stati ritrovati i corpi senza vita di una mamma e un figlio all’interno di un’auto. I due, scomparsi da giorni, erano spariti senza lasciare notizie o avvertire nessuno, fino alla drammatica scoperta. Probabile l’ipotesi di duplice suicidio.

Ipotesi duplice suicidio

La città di Muggia è sotto shock. Nel comune del Friuli Venezia Giulia il ritrovamento di Daniela Macor, di sessantotto anni, e Marco Ferraro, di quarantacinque, ha lasciato tutti senza parole. I due erano scomparsi da qualche giorno, senza lasciare nessuna traccia o avvertire amici e parenti: un fatto bizzarro, spiegatosi con il ritrovamento dei due corpi senza vita nel garage della loro abitazione. Daniela e Marco sono stati rinvenuti all’interno di un’auto, collegata al tubo del gas di scarico e parcheggiata proprio all’interno del garage. Secondo le prime ricostruzione, la morte dei due risalirebbe a qualche giorno fa e, l’ipotesi degli investigatori, è quella del duplice suicidio. Non escluse ancora altre piste. A riportare la notizia il quotidiano Il Piccolo: secondo quest’ultimo la famiglia era molto riservata ma, recentemente, aveva subito un grande lutto. Nel febbraio scorso la scomparsa del marito della donna e padre dell’uomo, molto conosciuto nella zona.

Il ritrovamento dei corpi

A rintracciare i due corpi gli agenti del Commissariato di Muggia aiutati dai Vigili del Fuoco: al momento del ritrovamento, la scena ha fatto subito pensare ad un suicidio, date le modalità in cui sarebbe avvenuta. Di Daniela e Marco non si avevano più notizie da sabato 7 settembre: madre e figlio gestivano una rivendita di tabacchi nella cittadina, attività che non aveva più aperto proprio dal precedente sabato. L’allarme sarebbe stato lanciato da una cliente abituale, insospettitasi a veder chiusa l’attività da giorni. Presto effettuata l’autopsia sui due corpi per chiarire – confermando le ipotesi, le cause del decesso.