Madre picchia a sangue il figlio neonato: “Continuava a piangere”

Madre picchia a sangue il figlio

L’episodio si è verificato in Ucraina. Una madre picchia a sangue il figlio neonato perché stanca di sentirlo piangere e, dopo il gesto, esce di casa per recarsi ad un appuntamento. Rischia ora fino a 5 anni di carcere.

Madre picchia a sangue il figlio

I due vivevano in un ostello sociale e condividevano la struttura con altre persone, cosa che ha determinato la salvezza del bimbo. Accortisi infatti che questo era rimasto solo in casa, si sono recate nell’abitazione per verificare che stesse bene.

Una volta arrivate si sono trovate davanti una scena raccapricciante, tanto che un uomo è persino svenuto dallo choc. Tetiana Prymark, la donna che vive accanto alla sua stanza, ha raccontato che il piccolo Mykyta giaceva insanguinato avvolto nella sua coperta. Il suo occhio destro era tutto nero, le vie respiratorie ostruite dal sangue e il suo corpo pieno di lividi.

Il bambino è stato immediatamente portato in ospedale, dove si trova ricoverato in terapia intensiva. Le sue condizioni sono gravissime e i medici sospettano che il suo cranio sia fratturato, ma data la gravità delle ferite sono impossibilitati ad effettuare gli esami necessari. Il capo del reparto, Mykhailo Kulik, ha inoltre dichiarato di aver trovato Mykyta in condizioni igieniche disastrose. “Non abbiamo mai visto un bambino in un tale stato di trascuratezza“, ha aggiunto.

La madre, a cui già anni fa era stata tolto l’affidamento di un altro figlio, è stata arrestata non appena rientrata a casa. Dovrà rispondere delle accuse di pestaggio, maltrattamento e violazione dei suoi obblighi in quanto genitore. Agli agenti ha rivelato di essere uscita di casa in quanto stressata dai continui pianti del figlio. Quanto alle ferite, ha sostenuto che siano state provocate dal freddo.