Mafia, ai domiciliari la figlia del boss di Messina

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Palermo, 28 set. (askanews) - Beni mobili e immobili per oltre un milione di euro, fra i quali due bar del centro luogo di ritrovo della movida di Messina, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Messina che ha posto ai domiciliari anche Stefania Sparacio figlia di 26 anni del boss Salvatore Sparacio. Le misure cautelari personali e patrimoniali sono state disposte dal Gip di Messina su richiesta della Dda per intestazione fittizia di realtà societarie, beni immobili ed autovetture, in realtà riferibili occultamente al padre. Più in particolare, secondo ipotesi d'accusa, proprio al fine di eludere le disposizioni in materia di misure patrimoniali previste dal Codice Antimafia, ovvero di agevolare la commissione di altri delitti, quali ricettazione, riciclaggio e impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, la donna avrebbe assunto fittiziamente la titolarità di tali attività commerciali, ubicate nel centralissimo Corso Cavour di Messina e note per essere meta preferita della movida giovanile.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli