Mafia: al via requisitoria processo trattativa, pg 'pupari hanno agito nell'ombra'/Adnkronos (3)

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "Come non ricordare la rabbia esasperata dei colleghi degli agenti di scorta uccisi nelle stragi di Capaci e in via d'Amelio? – prosegue il magistrato – Avevano intuito qualcosa evidentemente e avevano persino aggredito il Capo della polizia Parisi, rischiando che la rabbia travolgesse anche l'allora Capo dello Stato Scalfaro. "Chi ha agito violando le regole lo ha fatto per la salvezza di un determinato assetto di potere. Anche a costo di calunniare degli innocenti, distruggendo famiglie e seminando dolore e lo ha fatto al di fuori delle dinamiche democratiche. Noi invece vogliamo capire. Lo dobbiamo a tutti i familiari delle vittime", sottolinea ancora Fici. Il pg Sergio Barbiera ha incentrato la sua parte di discussione, che proseguirà nella prossima udienza, alle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia che sono stati sentiti nel corso del dibattimento. "L'escussione di numerosi collaboratori di giustizia ha ulteriormente rafforzato la ricostruzione fattuale e il già di per se granitico quadro probatorio", dice Barbiera.

In futuro, non dalla prossima udienza che si terrà il 31 maggio, ma da quella successiva, la requisitoria proseguirà nell'aula bunker del carcere Pagliarelli. Lo ha deciso il Presidente della Corte d'assise d'appello Angelo Pellino dopo le rimostranze del pg Fici a inizio udienza. "L'accumulo di anidride carbonica e di aria viziata è molto pericoloso, come dicono anche gli esperti. Chiedo che la prossima udienza venga fatta in un'aula diversa, più grande, dove si possano rispettare meglio le distanze sociali. Non vorrei che dopo un anno ci confondessimo proprio all'ultimo", lamenta Fici. "Credo che la cosa importante sia l'uscita dall'emergenza sanitaria, ma chiedo nelle prossime udienza un'aula più grande perché parleremo per cinque, sei ore di seguito", dice ancora Fici. Questa mattina già la Corte d'assise d'appello si era trasferita in un'aula diversa, più grande. Ecco la replica del Presidente Pellino a Fici: "In questa aula ci sono 40 persone cioè il limite previsto dalle norme, ma in futuro ci trasferiremo in aula bunker Pagliarelli", annuncia. (di Elvira Terranova)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli