Mafia: arresti Palermo, pm 'boss hanno assunto patologica funzione supplente dello Stato'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 5 apr. (Adnkronos) – Secondo le valutazioni della Dda di Palermo e degli investigatori "sono emersi diversi episodi riguardanti il sistematico ricorso di commercianti e imprenditori per ottenere autorizzazioni all’apertura di attività commerciali (una sorta di “amministrazione mafiosa” o risoluzioni di controversie (una sorta di “giurisdizione mafiosa”)". "L’organizzazione mafiosa ha assunto, secondo consolidata tradizione mafiosa, una patologica funzione supplente rispetto alle Istituzioni dello Stato". E' quanto dicono gli inquirenti nell'ambito dell'operazione che all'alba di oggi ha portato al fermo di cinque persone, ritenute vicine al mandamento mafioso di Pagliarelli.

"La famiglia mafiosa di Pagliarelli veniva infatti investita, fra le altre cose, per individuare e punire gli autori di più rapine in danno di un esercizio commerciale"; dicono gli investigatori. "Ma anche per rinvenire e restituire ai legittimi proprietari un’autovettura rubata", e "autorizzare l’apertura di nuovi esercizi pubblici".