Mafia: boss Graviano accusa ancora Berlusconi 'Non ha rispettato patti con noi'/Adnkronos (5)

Mafia: boss Graviano accusa ancora Berlusconi 'Non ha rispettato patti con noi'/Adnkronos (5)

(Adnkronos) – Nega anche ogni responsabilità in merito alle accuse dei pentiti Tranchina e Spatuzza sui rapporti con la 'ndrangheta calabrese e sulle strategie della tensione per costringere lo Stato a scendere a patti con pezzi di Cosa nostra. E poi, tra le righe, ancora messaggi: "Mi possono mettere anche sottosopra ma io non parlo". Di cosa? Perché lo sottolinea? Una cosa è certa, il boss Graviano ci tiene a dire: "Non collaborerò mai, mai accetterò un ricatto, possono venire quanto vogliono, possono mettermi in croce. Qualcuno non vuole la verità, ma una verità. Per fare carriera". L'udienza è stata aggiornata al prossimo 21 febbraio per finire l'esae del suo legale e poi è previsto il controesame dell'avvocato Antonio Ingroia, che rappresenta le parti civili.