Mafia: boss Graviano, 'nel 1993 mentre ero latitante incontrai Berlusconi a Milano'

Mafia: boss Graviano, 'nel 1993 mentre ero latitante incontrai Berlusconi a Milano'

Reggio Calabria, 7 feb.(Adnkronos) – "Nel dicembre 1993, mentre ero latitante, incontrai Berlusconi a Milano. Berlusconi sapeva come mi chiamavo. E sapeva che ero latitante da dieci anni. Alla riunione ha partecipato anche mio cugino Salvo e con Berlusconi c'erano persone che non conoscevo. Dovevamo discutere dell'ingresso di alcuni soci nelle società immobiliari di Berlusconi". A rivelarlo, deponendo in videoconferenza al processo sulla 'ndrangheta stragista a Reggio Calabria, è il boss mafioso Giuseppe Graviano. "Verso la fine del 1993 – spiega rispondendo alle domande del pm Giuseppe Lombardo – si tenne una riunione a Milano 3, per regolarizzare questa situazione. Siccome Berlusconi aveva detto di sì mio cugino ha detto di andare a incontrarlo. 'Vediamo che intenzioni ha', disse, ed così è stato fissato l'appuntamento a Milano 3. Fino a quel momento questi soggetti che dovevano entrare in affari con Berlusconi non apparivano". "In quell'occasione fu programmato un nuovo incontro, per febbraio, ma io il 27 gennaio 1994 venni arrestato a Milano. un arresto anomalo…", dice ancora Graviano.