Mafia Capitale, Crimi: siamo sempre al fianco dei cittadini onesti

Red/Cro/Bla

Roma, 22 ott. (askanews) - "I giudici della Cassazione dicono che 'mafia capitale' non era una associazione a delinquere di stampo mafioso ma criminalità organizzata comune. Quale sia la differenza dal punto di vista dei cittadini onesti è difficile comprenderlo, rimangono pur sempre dei delinquenti che si sono impadroniti di una città, che ne hanno fatto il bello e il cattivo tempo, che hanno controllato e corrotto funzionari pubblici, che dettavano le regole, controllavano il territorio e hanno cercato di sostituirsi alle istituzioni". Lo afferma il viceministro dell'Interno, Vito Crimi, dopo la sentenza della Cassazione che ha stabilito che non può esserci l'aggravante di "mafia" nel procedimento "Mondo di mezzo".

"La mafia non è solo quella che uccide, la mafia è anche questo. Che si definisca mafia o no, non importa, quello che è successo a Roma rimane una 'montagna di merda'", aggiunge.