Mafia: colpo al feudo di Messina Denaro, pm 'Manzo costrinse lavoratore a dimettersi'

Mafia: colpo al feudo di Messina Denaro, pm 'Manzo costrinse lavoratore a dimettersi'

Palermo, 20 giu. (Adnkronos) – Marco Manzo, arrestato all'alba di oggi dalla Squadra mobile di Trapani, guidata da Fabrizio Mustaro, con l'accusa di essere uno dei fiancheggiatori del latitante Matteo Messina Denaro è indagato, in concorso, "anche per aver costretto, con l’intimidazione mafiosa, un dipendente di una società per la vendita di carburanti di Campobello di Mazara a rassegnare le proprie dimissioni, rinunciando al pagamento degli stipendi arretrati ed alle altre spettanze economiche derivanti dal suo rapporto di lavoro".