**Mafia: Commissaria antiracket, 'è necessario denunciare, le vittime non sono abbandonate'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 29 ago. (Adnkronos) – "I motivi per i quali molti imprenditori vittime del pizzo non denunciano sono tanti, uno fra tutti la difficoltà di far capire alla vittima che denunciare conviene perché stare dalla parte dello Stato conviene, questo è il compito che il commissario straordinario si è dato già da qualche anno e in questo solco stiamo avviando una serie di attività proprio per fare conoscere la possibilità di accedere al fondo di solidarietà nel presupposto che, però. è necessario denunciare. Noi ce la mettiamo tutta". Lo ha detto la commissaria straordinaria antiracket e antiusura, Prefetta Giovanna Cagliostro, che oggi ha partecipato alla commemorazione per Libero Grassi.

"Oggi le vittime non sono abbandonate – dice – all'indomani dell'omicidio di Libero Grassi il mondo dell'associazionismo ha fatto squadra attorno alle vittime. Ha iniziato questo percorso di assistenza alle vittime per farle denunciare e per l'inserimento nell'economia legale. Lo Stato si è costituito parte civile in moltissimi processi. Certo c'è ancora tanto da fare ma l'impegno, anche del ministro dell'Interno, è massimo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli