Mafia: depistaggio Borsellino, genero Borsellino esordisce come legale al processo

webinfo@adnkronos.com

Il genero di Paolo Borsellino esordisce come avvocato di parte civile nel processo per il depistaggio sulla strage di via D'Amelio che si celebra davanti al Tribunale di Caltanissetta. Fabio Trizzino, marito di Lucia Borsellino, che da anni segue tutte le udienze dei processi sulla strage in cui fu ucciso il suocero, insieme con cinque agenti della scorta, per la prima volta ha esordito oggi, con la toga addosso, come legale della famiglia Borsellino, come sostituto processuale dell'avvocato Vincenzo Greco.  

Trizzino, che non ha mai perso un'udienza, ha fatto il controesame, per conto della famiglia Borsellino che si è costituita parte civile, all'ispettore Giampiero Guttadauro, interrogato, come persona teste, al processo di Caltanissetta. Imputati tre poliziotti: Mario Bo, Michele Ribaudo e Fabrizio Mattei, accusati di concorso in calunnia aggravata.