Mafia: difesa Mori, 'trattativa favoletta per distrarre gente da fatti poco commendevoli'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 28 giu. (Adnkronos) – "La trattativa è un'invenzione, a favoletta spacciata all'opinione pubblica per distrarla da vicende poco commendevoli. E non voglio aggiungere altro…". Sono le parole dell'avvocato Basilio Milio, legale del generale Mario Mori, accusato di minaccia a corpo politico dello Stato nel processo d'appello sulla trattativa tra Stato e mafia, che si celebra davanti alla Corte d'assise d'appello di Palermo. Durante la lunga arringa difensiva, l'avvocato Milio ha più volte ribadito che "un buon movente per l'accelerazione dell'esecuzione dell'attentato di via D'Amelio è l'interessamento del giudice Borsellino per il rapporto 'mafia e appalti' predisposto dal Ros e ritenuto fondamentale per le indagini su mafia-politica e imprenditoria". E ha detti alla Corte d'assise: "Voi credete che Borsellino volesse fare indagini che non dessero fastidio alla mafia? Lui parlava con tutti di 'mafia e appalti', collegando il rapporto con la strage di Capaci. E perché la deposizione di Antonio Di Pietro, ritenuta superflua e non ammessa in primo grado, qui invece e' stata ammessa? Perche' vuol dire che questa, come altre, prove le avete ritenute fondamentali per la ricerca della verità anche a costo di fare emergere anche comportamenti poco chiari da parte di alcuni magistrati".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli