Mafia: Ferraro (vice di Falcone), 'Giovanni ha previsto tutto quello che sarebbe poi accaduto'

Mafia: Ferraro (vice di Falcone), 'Giovanni ha previsto tutto quello che sarebbe poi accaduto'

Palermo, 11 feb. (Adnkronos) – (di Elvira Terranova) "Giovanni Falcone ha previsto… ha previsto tutto quello che sarebbe accaduto poi, dopo con l'espansione di Cosa nostra e della mafia e…". Sono le parole di Liliana Ferraro, la vice di Giovanni Falcone agli Affari penali del Ministero della Giustizia – che dopo la strage di Capaci prese il posto del giudice ucciso – nell'interrogatorio reso lo scorso novembre davanti al Pg di Palermo Giuseppe Fici nei locali della Dia di Roma e di cui l'Adnkronos è in possesso. Parlando della sentenza della trattativa Stato-mafia, in cui i giudici non risparmiano critiche alla vice di Falcone, in particolare sui suoi silenzi. I giudici sottolineano anche “l’evidente tentativo di Liliana Ferraro di minimizzare gli approcci del Ros con Ciancimino”.

Secondo la Corte d'assise di Palermo, Ferraro “avrebbe potuto fornire tempestivamente ed in modo assolutamente spontaneo informazioni che erano dirette a meglio ricostruire quel contesto che ha preceduto e seguito le stragi di Capaci e di via D’Amelio”. Il pg le fa notare: "Ma è facile fare delle valutazioni con una montagna di conoscenze successive – dice – Qua vanno tutte valutate le posizioni e le determinazioni assunte dai singoli protagonisti alla base di quelle conoscenze e nessuno… Lo sforzo costante è quello di valutare quei fatti…". Liliana Ferraro replica: "Forse io attribuisco a Giovanni Falcone una capacità di intuire anche oltre… anche oltre quello che era la sua epoca e le conoscenze immediate che aveva…".