Mafia: Fini, da Pio La Torre lezione per riscatto civile ed economico

(ASCA) - Roma, 12 apr - ''La lotta alla mafia come questione

nazionale, la lotta alla mafia come valore unificante e

condiviso nella politica e nella societa', la lotta alla

mafia come fattore di riscatto sociale, civile ed economico:

e' questa, in sintesi, la grande e attualissima lezione di

Pio La Torre''. Cosi' il presidente della Camera, Gianfranco

Fini, ricorda durante un convegno in corso alla Camera nella

sala della Lupa, a trent'anni dal suo assassinio, il politico

siciliano grazie al quale il reato di ''associazione

mafiosa'' e il sequestro e la confisca dei beni dei mafiosi

entrarono nel codice penale.

Oggi ''fondamentale e prioritario - prosegue Fini - rimane

l'obiettivo di eliminare tutte quelle zone grigie di

connivenza e contiguita' tra la politica e la criminalita'

organizzata, e di contrastare tutte le situazioni di omerta',

rassegnazione e sfiducia che possono intaccare il tessuto

economico e civile del nostro Paese''.

''Nell'insegnamento di Pio La Torre era ben chiara la

duplice consapevolezza del valore di una ferma azione di

prevenzione e contrasto da parte della magistratura e delle

forze dell'ordine e contemporaneamente della necessita' che

lo Stato tutelasse dall'interferenza criminale le iniziative

di sviluppo economico capaci di creare occupazione e crescita

sociale. Proprio perche' ispirata da queste certezze -

sottolinea Fini - la legge del 13 settembre 1982, che porta

il suo nome insieme con quello dell'allora ministro

dell'Interno Virginio Rognoni, ha rappresentato una svolta

decisiva nella lotta antimafia, dotando lo Stato di nuovi e

piu' incisivi strumenti di contrasto alla criminalita' e

fissando criteri legislativi che rimangono ancora oggi

fondamentali nell'azione di tutela della legalita' e di

prevenzione delle attivita' mafiose''.

''Oggi la Camera - sottolinea la terza carica dello Stato

- ricorda Pio La Torre attraverso la realizzazione di un

Archivio digitale, in cui sono stati messi in rete documenti

d'archivio, atti parlamentari, materiali bibliografici e

audiovisivi, che testimoniano il suo impegno civile e

politico. Questo nuovo strumento di informazione e di

conoscenza e' il frutto di un intenso impegno degli Uffici

della Camera dei deputati e, in particolare, dell'Archivio

storico, che hanno saputo promuovere un'ampia collaborazione

con molteplici istituzioni ed enti nazionali e locali''.

Ricerca

Le notizie del giorno