Mafia: Fratoianni, 'giù mani da codice appalti, confische bene più incisive'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 21 mar. (Adnkronos) – “Come sempre al fianco di “Libera Contro le Mafie”, per commemorare le vittime di mafia e per ricordare che l’Italia è ancora ostaggio delle mafie. Dalla politica servirebbero atti concreti, però, e non la solita retorica”. Lo scrive su Facebook il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni, in occasione della 26esima Giornata Nazionale della Memoria in ricordo delle vittime delle mafie.

“Due cose però – prosegue il leader di SI – che non si metta mano al codice degli appalti, che qualcuno in questo governo vorrebbe cancellare. E la seconda è che vengano rese davvero effettive le confische dei beni dei mafiosi, rendendo disponibili per utilizzi sociali e di arricchimento dei territori.”

“Per affermare appieno il diritto della legalità – conclude Fratoianni – nel nostro Paese non basta l’antimafia del giorno dopo, serve soprattutto l’antimafia del giorno prima”.