Mafia, Grasso: Chinnici un maestro, ancora valide le sue lezioni

Pol/Arc

Roma, 29 lug. (askanews) - "Rocco Chinnici è stato un magistrato lungimirante: aveva capito, prima di altri, che per sconfiggere la mafia era necessario il lavoro di squadra tra i giudici, per questo pose le basi per quello che sarebbe diventato il pool antimafia". Lo sottolinea l'ex presidente del Senato Pietro Grasso (LeU), in un post su Facebook nel giorno del 36esimo anniversario della sua morte.

"Ho avuto la fortuna di lavorare con lui - ricorda - da giovane magistrato: per me e tanti altri giovani colleghi è stato un prezioso maestro. Riteneva molto importante il ruolo della scuola e credeva nell'educazione dei ragazzi, a cui dedicava sempre molta attenzione. Il 29 luglio 1983 la mafia lo uccideva insieme a Mario Trapassi, Salvatore Bartolotta e Stefano Li Sacchi. Le sue lezioni nel contrasto alla criminalità sono ancora attualissime".