Mafia: intercettazioni Partinico, 'gara su villa Balestrate la facciamo vincere a chi ci si mette'

Mafia: intercettazioni Partinico, 'gara su villa Balestrate la facciamo vincere a chi ci si mette'

Palermo, 6 feb. (Adnkronos) – "La gara d'appalto gliela facciamo vincere a chi… si ci mette! Che fa viene Franco… dopo che io ci ho buttato 70.000 euro più i debiti che ho, e viene a fare la richiesta, la domanda per la gara d'appalto? Che è così cretino?". Così Alfonso Scalici, presunto boss di Balestrate arrestato questa mattina dai carabinieri della compagnia di Partinico, parlava dell'appalto per la gestione della villa comunale, 'Villa Europa', di Balestrate.

Intercettato mentre parla con due musicisti della banda musicale di Balestrate, Scalici non nasconde la sua intenzione di gestire il 'passaggio' della villa, fino adesso in gestione alla ditta 'Odori e sapori del golfo', di proprietà del figlio Vincenzo, ultimo vincitore, nonché unico partecipante, del bando di gara indetto dal Comune nel giugno 2018. "Mio figlio se ne deve uscire completamente… perché se ne deve andare a lavorare – dice – Deve chiudere la partita iva e subentri tu…". Pronta la risposta anche al 'problema' che il Comune possa indire una nuova gara d'appalto: "La gara d'appalto gliela facciamo vincere a chi…si ci mette!". "E voi ce la fate a far vincere la gara d'appalto a…" chiede uno dei suoi interlocutori. "Ci proviamo!" risponde Scalici.