Mafia: legale famiglia Agostino, 'tanti depistaggio di Stato, chiameremo le istituzioni'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 19 mar. (Adnkronos) – Nell'omicidio del poliziotto Nino Agostino e della moglie Ida Castelluccio si sono "visti depistaggi come davvero raramente si erano visti nella storia d'Italia". Lo ha detto l'avvocato Fabio Repici, legale di parte civile del processo per il duplice delitto. "Fino alla distruzione perfino delle parole di Nino Agostino che prima di morire testimoniava le parole per cui sarebbe stato ucciso", dice. "E i complici si sono adoperati di nascondere le prove che lo stesso Nino Agostino aveva precostituito", aggiunge Repici. E annuncia che al processo a carico del boss Gaetano Scotto e di Francesco Paolo Rizzuto "chiamerò a deporre" i rappresentanti di diverse istituzioni, tra cui "della Polizia di Stato, dell'Alto Commissariato antimafia e del Sisde".