Mafia: legali Donà delle Rose, 'pronti a dimostrare estraneità nostro assistito'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 12 ott. (Adnkronos) – I difensori di Francesco Donà dalle Rose, si dichiarano "pronti a dimostrare l'estraneità del loro assistito alle ipotesi formulate dalla Procura di Palermo, oggetto di indagine". "La famiglia si chiude nel più stretto riserbo confidando nell'operato della magistratura", fanno sapere gli avvocati Vincenzo Lo Re, Marcello Consiglio e Raffaele Bonsignore. L'imprenditore Donà delle Rose è coinvolto nell'indagine, molto complessa, coordinata dai magistrati della Dda di Palermo che ha portato oggi a all'esecuzione di perquisizioni in due filiali della UniCredit di Palermo e alla notifica di otto avvisi di garanzia. L'indagine è condotta dalla Guardia di Finanza di Palermo e coordinata dall'aggiunto Paolo Guido e dai pm Piero Padova e Francesca Dessi'.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli