Mafia: Miceli (Pd), 'Meloni? Populismo sia fuori da Costituzione'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 18 apr. (Adnkronos) – "Le dichiarazioni come quelle di Giorgia Meloni 'difendiamo la legittimità dell’ergastolo ostativo modificando la Costituzione' non aiutano a risolvere la delicata questione posta al Parlamento dalla Corte Costituzionale ma, anzi, rischiano di trasformarla in un pericoloso festival del qualunquismo". Così il componente delle commissioni Giustizia e Antimafia, il deputato siciliano Carmelo Miceli.

"Pensare di risolvere le criticità evidenziate dalla Corte con una modifica degli articoli 3 e 27 della Carta Costituzionale, infatti, significa prospettare uno scenario nel quale, dinanzi alla mancata conformità di una norma ordinaria al dettato e ai principi della Costituzione, il legislatore dovrebbe intervenire per rimuovere tale difformità modificando la Costituzione e non la norma ad essa subordinata, ovverosia dando luogo ad una tanto inammissibile quanto pericolosa sovversione del principio dell’obbligatorietà della gerarchia delle fonti. Niente di più aberrante".

"Se davvero vogliamo dare una risposta unitaria e corale al problema, cosa che anch’io auspico, sia fatta facendo lo sforzo di capire che ciascuno deve cominciare con l’adeguare le proprie dichiarazioni alla dignità delle questioni giuridiche sottese al dibattito, astenendosi dal proporre, per demagogia spicciola, soluzioni palesemente impraticabili".