Mafia: Montante, 'Maria Falcone mi chiese di organizzare convegno, lì feci il nome di Arnone'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Caltanissetta, 26 giu. (Adnkronos) – "In vista del 23 maggio 2010, un anno dopo che Lombardo mi chiese di diventare assessore e io declinai, Maria Falcone mi chiese di organizzare un convegno in ricordo del fratello. Io allora ero Presidente della Camera di Commercio e lo organizzai. Partecipammo io, Alfredo Morvillo, Sergio Lari, Maria Falcone, Caterina Chinnici. In quell'occasione raccontai la mia esperienza" del Codice etico "e di quello che succedeva nel Vallone, a Serradifalco o Villarosa. E dicevo feci il nome e il cognome di Vincenzo Arnone", il boss di Serradifalco, ex amico di Montante, condannato in via definitiva per associazione mafiosa. Ma in aula Montante prende le distanze da Arnone e dice che "più volte feci il suo nome" in alcuni convegni organizzati "con magistrati e forze dell'ordine".

"In quell'occasione – dice Montante nel corso dell'interrogatorio nel processo che lo vede imputato per associazione per delinquere finalizzata alla corruzione – Marco Venturi, che avevo segnalato io a Lombardi, partecipò al convegno nella veste di assessore regionale". E poi ha citato altri convegni a cui hanno partecipato l'ex assessore Lucia Borsellino, figlia di Paolo Borsellino, diversi magistrati, dal Procuratore generale di Caltanissetta Lia Sava, "in sostituzione del Procuratore Sergio Lari".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli